nocavapomarance

CONTRO LA CAVA SANT’EMILIA

La Regione Toscana, la Provincia di Pisa ed il Comune di Pomarance, tutti d’accordo, hanno recentemente approvato il “Piano cave” nel quale vengono individuati i siti d’estrazione di sabbia, ghiaia e gabbro nel territorio del Comune. Questo piano, se attuato integralmente, avrà un impatto devastante sul nostro territorio, deturpando un paesaggio protetto da vincolo ambientale, in un’area che basa la sua economia sull’agricoltura e sul turismo.
Tutto l’iter amministrativo che si è concluso con l’approvazione da parte del Comune, si è svolto sostanzialmente all’insaputa della cittadinanza.

Per contrastare il progetto, alcuni cittadini stanno organizzando un ricorso al Tribunale Amministrativo della Toscana, una petizione pubblica e alcune iniziative di sensibilizzazione e informazione.

Questo sito, che si concentra principalmente sull’area di Sant’Emilia, nasce dall’esigenza di far conoscere questa vicenda e mobilitare l’opinione pubblica, al fine di contrastare uno scempio ambientale e un danno economico per gli abitanti della Val di Cecina.

Il video

Cari amici,
saremmo ad un punto cruciale.

A giorni si saprà se saremmo costretti a fare un altro passo e continuare la battaglia legale o se invece il sindaco avrà ripensato sulle decisioni prese.
Molti di voi hanno già firmato, parecchi conoscono per esserci stati la bellezza dei luoghi.
Qui c’è un breve film (2min 30”) che s’è fatto a gennaio.
La strada che si vede nel fondovalle diventerebbe una strada di cantiere, è quella che tutti fanno per raggiungere il masso delle fanciulle, piscina naturale nel fiume Cecina, conosciuto e presente sulle mappe del nord Europa fin dagli anni ’70.

Rinnovo quindi l’invito a firmare e diffondere la petizione:

http://www.change.org/it/petizioni/appello-pubblico-contro-il-piano-cave-e-l-apertura-della-cava-di-ghiaia-e-sabbia-in-località-sant-emilia-pomarance-pi

 

 

Petizione online

Per chi abitasse lontano da Pomarance e fosse impossibilitato a firmare su carta e volesse contribuire abbiamo creato questa petizione online su change.org.
Speriamo di ottenere più firme possibili e chiediamo a tutti di dare un contributo e aiutarci nella diffusione.

FIRMA LA PETIZIONE

 

Il Tirreno, Venerdì 10 Gennaio, 2014

Contro il piano cave del Comune di Pomarance

Domenica prossima, 12 gennaio, dalle ore 10,00 alle ore 18,00 l’agriturismo S.Emilia offre agli interessati un rinfresco con vino, bruschette e stuzzichini per discutere e sensibilizzare i cittadini sulla apertura della cava in località La Selva e le sue conseguenze sull’ambiente nell’intera Val di Cecina.

per info:
Roberto 320 1117512
Annette 320 6969319
Claudio 335 7870549

Adottato il piano cave Ecco i siti individuati

2014-01-05 16.14.49

articolo tratto da il tirreno del 05 giugno 2010

VALDICECINA. Pianificare l’intero settore delle attività estrattive dopo decenni senza vere regole; mantenere il giusto equilibrio tra fabbisogno, necessità di sviluppo e tutela ambientale; salvaguardare anche le esigenze imprenditoriali.  Sono tutti obiettivi strategici quelli che si propone il “Piano delle attività estrattive, di recupero delle aree escavate e riutilizzo dei residui recuperabili della Provincia di Pisa” (Paerp) o più semplicemente “Piano Cave”. Il consiglio ha adottato il primo stralcio. Sono ora a disposizione i 60 giorni di legge per le osservazioni, dopo di che si andrà all’approvazione.  Per l’area interessata dal primo stralcio sono inclusi nel piano questi siti di inerti di qualità: nel comune di Volterra, Ulignano, Cerri Bassi, Montescuro (conglomerato); nel comune di Montecatini Valdicecina, Mocajo, Beretta, La Serra (conglomerato), Fortezza (ghiaia e sabbia); nel comune di Castelnuovo, Buca del Paladino (diaspro); nel comune di Pomarance, Santa Emilia e Turbone (conglomerati). Giacimenti di materiali da riempimenti sono invece stati individuati nei comuni di Castelnuovo (Poggio di Granchio), Montecatini (Barbiano), Pomarance (Valle Secolo, Casettone, Gabbri), Volterra (Madonnina di Sensano).

fonte: http://iltirreno.gelocal.it/pontedera/cronaca/2010/06/05/news/adottato-il-piano-cave-ecco-i-siti-individuati-1.1898889